Come comunicare un sito storico-culturale sul web?

Comunicare nella sua interezza la spettacolarità di una location di particolare rilevanza storico-culturale è sicuramente qualcosa che richiede tutta una serie di accorgimenti e di ricerche preliminari. Il primo passo è quello di entrare in una logica di ascolto del luogo cogliendone le sfaccettature e le peculiarità che lo contraddistinguono. Dopo questa prima comprensione si entrerà nel vivo di un piano operativo che coinvolgerà diversi strumenti e infrastrutture fra cui il Virtual Tour Dinamico.

Come i virtual tour dinamici possono valorizzare il mondo dei beni culturali?

La “tutela dei beni culturali” è una pratica che dalla sua definizione va a coinvolgere molteplici aspetti di uno specifico territorio e di una specifica area geografica. Questo sistema di tutele va infatti a colpire ambiti come il paesaggio, l’interesse della collettività e la piena fruizione del bene da parte di tutte le persone che lo vogliono godere. 

È proprio legato a quest’ultimo aspetto  della fruizione che il Virtual Tour diventa strategico nella diffusione del messaggio culturale di un particolare monumento, museo o galleria d’arte.

Abbazia di Valsenio

Abbazia di Valsenio – Realizzata da Paperpixels

Perchè scegliere il Virtual Tour in un contesto storico-culturale?

Il virtual tour dinamico diventa strategico perché permette ai visitatori di poter godere, in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo essi si trovino, delle aree e delle opere esposte all’interno di una struttura.

Una visione a 360° che permette all’utente di muoversi liberamente all’interno di una location con la possibilità di interagire con una guida, di ampliare i contenuti della visita con pop-up dinamici creati ad hoc e, eventualmente, scegliere di accompagnare con una colonna sonora l’intera visita. Tutto questo fornisce uno spazio riservato e dedicato all’ottimizzazione dell’esperienza online sempre più simile a quella dal vivo.

Il virtual tour dinamico è inoltre integrabile su molteplici dispositivi per la realtà virtuale rendendolo anche un prezioso contributo per eventi e fiere.

Paperpixels non cura solamente l’aspetto tecnico/esecutivo di queste tipologie di Virtual Tour (fatto di panoramiche, codice alfanumerico e grafiche accattivanti) ma, grazie alle differenti professionalità presenti all’interno del team, riesce a immergersi a 360° negli ambienti con la giusta cura dei dettagli muovendosi proprio per la tutela culturale “digitale” dei beni coinvolti nei vari progetti. 

Clicca qui per scoprire di più sui nostri tour virtuali oppure scrivici per essere ricontattato da un nostro Virtual Tour Specialist. 

Durante il colloquio conoscitivo potrai scoprire tutti i vantaggi del Virtual Tour e come valorizzerà il tuo sito di interesse storico-culturale.

    Museo di Caporetto

    Museo di Caporetto – Realizzato da Luca Zacchi , partner Paperpixels